- Che bello, si vota di nuovo! -

Come molti di voi avranno sentito, in questi giorni la situazione di governo è molto ingarbugliata. Sarà necessario ritornare alle urne (come dicono quelli bravi). Ognuno di noi ha la propria idea politica, ma tutti noi andremo a votare (sempre gli stessi nomi) con uno spirito nuovo. Questi anni, in cui siamo diventati lo zimbello del mondo, ci hanno fatto maturare e ci hanno fatto riflettere molto.

Molti di noi andranno a votare pensando a cosa inventarsi per riuscire a mangiare con un misero stipendio di 1000 Euro, altri rivedranno nella propria mente le immagini dei rifiuti gettati per le strade di Napoli nell'indifferenza di chi quella meravigliosa città dovrebbe gestirla, altri ancora si lambiccheranno il cervello per cercare di capire perchè, con tutti i gravi problemi che ha la nostra Patria, era necessario creare un governo temporaneo solo per risolvere il problema della legge elettorale? Forse noi tutti cittadini Italiani ci sbagliamo. L'economia che non va, i diritti continuamente calpestati dai potenti ed i servizi pubblici che non funzionano in realtà non sono dei problemi. Sono solo dei diversivi per non farci pensare al vero problema che sta mettendo in ginocchio l'Italia: la legge elettorale completamente sballata!

Anche io andrò a votare con uno spirito nuovo. Nella mia mente passeranno mille pensieri. Il primo di questi sarà rivolto alla Sanità pubblica. Un bene da difendere con la vita. E' diritto di tutti ricevere cure mediche, anche di chi non può permetterselo (cerchiamo di non imitare il modello americano, guardate prima il film 'Sicko' di Michael Moore). In questi giorni, però sto notando che la Sanità si sta sempre più trasformando da pubblica a privata. Medici talmente impegnati da poter effettuare le visite dopo alcuni mesi, ti ricevono anche il giorno dopo se paghi. Ospedali che ti dicono che potrebbe essere una malattia grave ma che poi non ti ricoverano perchè non c'è posto (la cosa grave è che 4 ospedali ti dicono la stessa cosa).
Il secondo mio pensiero sarà rivolto a tutta la classe dirigente. Mi piacerebbe incontrare chi è al comando dei gruppi assicurativi e chiedergli per quale motivo, se avviene un incidente tra persone che fanno parte della stessa compagnia assicurativa, il codice della strada non viene considerato e si fa in modo che venga pagato l'importo minore? Come posso io avere colpe se qualcun altro mi centra in pieno? Sembra che per le assicurazioni l'essermi fatto male è una colpa.
Poi penserò alle forze dell'ordine. Queste persone dovrebbero proteggere i nostri diritti, eppure a volte evitano di dichiarare i dettagli per proteggere dei loro amici, approfittano della loro posizione per non pagare il conto del ristorante o addirittura sparano ad altezza d'uomo senza motivo.
L'ultimo pensiero sarà dedicato a me. A tutti gli ostacoli che sto cercando di superare per avere una famiglia. 1000 Euro al mese sono pochi quando devi pagare il mutuo, la benzina che si è raddoppiata in pochi anni, i mobili per la casa, le bollette... ed hai anche intenzione di sposarti. Quando poi vedi che nella busta paga di fine anno lo stipendio è di circa 600 Euro perchè il resto sono tasse, e soprattutto quando senti una persona che non ha di questi problemi (e forse non li ha mai avuti) dirti che sei un "bamboccione", pensi che forse lo Stato non ti sta aiutando.
Con tutti questi pensieri che avrò per la testa, credo che mi rimarrà difficile riuscire a mettere una croce sul nome di un candidato alle elezioni. Forse mi riuscirà più facile chiedere perchè ci hanno portato a questa situazione.
Forse non sarò in grado di votare in modo corretto anche se nel frattempo è stata emanata la legge elettorale migliore del mondo.
E di questo me ne dispiaccio, perchè vorrà dire che non sarò stato capace di apprezzare la riforma che metterà fine al più grosso problema che affligge l'Italia.